Il romantiscimo in disuso..

Provo per l’ennesima volta a scrivere questo post cercherò di usare le parole giuste, quelle che mi escono dal cuore, parole che non sono mai riuscito a trovare ma che il mio cuore conosce bene, a volte mi chiedo perché mi fermo a combattere per un mondo corrotto, per persone che mentono per il potere, quando dentro di me so di essere migliore..il fatto é che voglio credere che ci sia ancora qualcosa di buono in questo mondo..riesco solo a ritagliarmi piccoli spazi, profondi spazi del cuore che però poi mi riportano alle cose pratiche, alla battaglia..vorrei potermi fermare, essere quella cosa che vive serena e che può approfondire la conoscenza di se stesso, avere il mio equilibrio universale per potermi scindere in armonia con il cosmo..Ho sempre posseduto un animo romantico, ma sono cresciuto con i barbari dove i gesti e le carinerie erano mal considerati, dove la passione non esisteva, solo praticità, dicerie e luoghi comuni..credo che nelle ultime generazioni ci sia stato un indebolimento delle coscienze, un ritorno alle vecchie origini, ignoranza e stupidità hanno giocato fattori cruciali, ma sentire nel 2013 fare sterili battute sessuali stereotipate da luoghi comuni mi da il voltastomaco, ma quel che é peggio é che alcune donne vi ci sono adattate..io arrivo a tanto solo quando considero una donna alla stregua delle peggiori matrone romane, viscida e scomoda, ma il mio diverbio si ferma e non procede oltre per cadere nello squallido… Il fatto non sta nella battuta in se, anche io ho scherzato qualche volta con la persona che amavo, ma non sono andato in giro a dire frasi oscene sul nostro lato intimo, ho amato, guardato negli occhi e rispettato la persona che avevo accanto..Il lato più infimo dell’uomo che giudica e spara sentenze e ha la visione della donna come una che si cede facilmente, deriva da una frustrazione e un profondo senso di inferiorità, cosa che le donne notano quando diventano mature, ma quel che é peggio é la dilagazione del pensiero comune della donna come oggetto che deve condividere parte della sua interiorità che é e rimane personale, ogni uomo é un individuo a se..queste parole di “condivisione”, che vedono tutto come esigenza derivano da menti contorte e medievali che spesso siedono di fronte a donne che non li soddisfano a pieno, che presto finiranno in qualche cucina per essere pronte a farsi umiliare dai loro mariti che le giudicheranno con frasi di superiorità e come cose da avere a fianco. Lo stesso vale per uomini di tale rango che saranno in grado di trovare soltanto sciacquette di bocca buona o donne pronte a servirli e riverirli, mentre loro si fanno beatamente i cazzi loro..una volta era bello stare con il furbetto del quartiere, che però si é rivelato tale anche in amore, mentiva e circuiva per poter portare vantaggio solo a se stesso e con il tempo la cattiveria si paga a caro prezzo…
I rapporti al giorno d’oggi si sfasciano, con il risultato che tutti sono insodisfatti, tempo fa lessi una bellissima frase su facebook di una ragazza che chiese ai genitori come avessero fatto a stare insieme per 40 anni, la madre le rispose “ai miei tempi le cose si riparavano, non si buttavano”.
Come può una società che gioca a favore dei più bassi istinti sessuali sperare che esista ancora l’amore?…
Il sesso é una cosa intima e privata e diventa perfetto quando di mezzo ci sono i sentimenti, loro giocano un fattore cruciale e ci aiutano a capire perché non siamo mai soddisfatti quando siamo dispersi…noi abbiamo bisogno d’amore..ma quanti ci credono ancora? chi crede nell’amore é un ingenuo, oggi é tutto materiale, c’é da correre, c’é da fare, con il risultato che molte persone iniziano a farmi schifo perché non sono capaci ad amare.. vedono tutto come uno sfogo, un bisogno da sfogare, tutto li, si nascondo dietro una maschera, mentono, ma alla lunga vengono smascherate, quando si impara a riconoscerle, si impara ad evitarle. Vivono di frasi fatte luoghi comuni, autoconvinzioni..sono quelli che credono che se una persona si allontana é finita, sono cinici e materiali, hanno il paraocchi e non saranno mai in grado di amare, perché non saranno mai in grado di capire che l’amore si presenta sotto tante forme differenti…e che se si ama, l’amore prima o poi torna, che ogni storia é a se e non seguono tutte una scia comune, anche se sembrano simili…il romanticismo é svanito ed é questo che mi fa paura della gente, la gente che non sa amare deve scomparire..il mondo sarebbe migliore se tutti si presentassero per come sono, invece di fingere di essere chi non sono e io di persone cosi ne ho conosciute purtroppo e le conosco ancora..sono i veri vigliacchi..gli uomini sono quelli che sono in grado di piangere senza vergognarsi a causa di dolori ricevuti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...